Home page
HOME -   

 
 
 

GIORNALE DI BORDO

 
 
 

22.09.2017

 

Sabato 16 settembre una rappresentativa dei nostri master ha partecipato alla "Blaues Band", la annuale regata per imbarcazioni da 8 vogatori sulla distanza di 16 km tra Velden e Klagenfurt sul lago di Woerth in Austria. Purtroppo all'ultimo momento causa due defezioni per motivi di salute è stato necessario sostituire il timoniere ed uno dei vogatori con master provenienti da altre società. Il nostro equipaggio era composto da Alessandro Maccari, Alberto Millo (Soc. Ginnastica Triestina), Giancarlo Fontanone, Paolo Simoniti, Claudio Pregara, Riccardo Geletti, Stefano Lo Presti e Stefano Riva, tim Berti (S.C. Timavo).

Foto della regata di Alessandro Mocnik

 

15.09.2017

 

Nelle ultime tre settimane si sono svolte sui bacini di Villach, Bled e San Giorgio di Nogaro tre importanti regate che hanno coinvolto moltissimi equipaggi della nostra società.

 

Nel fine settimana del 2-3 settembre si è corso a Villach in Austria il 56° Rowing Challenge, l'annuale regata che si tiene sull'Ossiachersee. A questa competizione ha partecipato, in preparazione per il Campionato Regionale, la squadra agonistica. Ad esclusione dei due singolisti cadetti (giunti comunque nella penultima finale) tutti i nostri equipaggi si sono piazzati nelle finali A, vincendo addirittura nel 2x Ragazzi F e nel 2x Master la propria batteria. Ecco qui i risultati complessivi:

1x Cadetti M - Morgan Lo Presti - 3° in finale C
1x Cadetti M - Andrea Manzin - 4° in finale C
2x Cadetti M - Edoardo Ladini, Enrico Candotti - 8° in finale A
4x Cadetti M - Edoardo Ladini, Enrico Candotti, Andrea Manzin, Morgan Lo Presti - 5°
2x P.L. M - Riccardo De Monte, Alessio Pedarra - 3°
1x Master M - Francesco Romano - sabato, domenica
2x Ragazze F - Gaia Grebec, Nicoletta Bellotto - 6° in finale A
1x Junior P.L. M - Riccardo De Monte - 8° in finale A
1x Junior P.L. F - Nicoletta Bellotto - 4° in finale B
2x Master M - Francesco Romano, Alessio Pedarra - sabato, domenica
2x Junior F - Gaia Grbec, Beatrice Perkan - 4° in finale A
1x Junior F - Beatrice Perkan - 6° in finale A

Foto della regata

 

Nei giorni tra il 5 e il 10 settembre sul lago di Bled in Slovenia si è tenuta la World Rowing Master Regatta, competizione mondiale riservata ai master e che quest'anno ha fatto registrare il record di partecipanti con ben 5,850 iscrizioni, 851 società iscritte e 4,689 atleti partecipanti. Il nostro sodalizio ha partecipato in massa con sei equipaggi societari più un misto con altri club, ottenendo i seguenti risultati:

4x Master F - Riva, Mocnik, Predonzani, Maccari - sesti
2x Master G - Mocnik, Predonzani - sesti
8+ Master F - Riva, Memoli (Elpis), De Falco (LNI San Benedetto), Capuano (Irno), Aliverti (Gavirate), Predonzani, Mocnik, Maccari, tim. Battaggia - quinti
8+ Master E - Riva, Lo Presti, Mocnik, Pregara, Simoniti, Fontanone, Maccari, Dell'Aquila, tim. Battaggia - quarti
2x Master E - Lo Presti, Dell'Aquila - ottavi
2x Master E - Giovannini, Spanghero - terzi
8+ Master E Mix (maschile-femminile) - Miani, Bego, Riva, Mocnik, Predonzani, Maccari, Pugliese, Stradi, tim. Battaggia – quinti

Foto della regata

 

Infine domenica 10 settembre si è tenuto sul bacino dell'Aussa-Corno a San Giorgio di Nogaro il Campionato Regionale del Friuli Venezia Giulia. La nostra società ha partecipato con pochi equipaggi, ma tutti i nostri atleti si sono impegnati al massimo, con l'eccellente risultato del 2x Ragazzi F di Nicoletta Bellotto e Gaia Grbec che si sono diplomate Campionesse Regionali. L'equipaggio composto sempre da Gaia Grbec stavolta con Beatrice Perkan si aggiudicava un ottimo secondo posto nel 2x Junior F. Ecco tutti i risultati del Campionato:

1x Junior M - De Monte Riccardo - eliminato in batteria
2x Cadetti M - Ladini Edoardo, Candotti Enrico - quinti
1x Cadetti M - Manzin Andrea - quarto
1x Cadetti M - Lo Presti Morgan - quinto
2x Ragazzi F - Bellotto Nicoletta, Grbec Gaia - PRIME e CAMPIONESSE REGIONALI
1x Junior F - Perkan Beatrice - quarta
2x Junior F - Perkan Beatrice, Grbec Gaia - SECONDE
4x Cadetti M - Ladini Edoardo, Candotti Enrico, Manzin Andrea, Lo Presti Morgan - ritirati causa forza maggiore
1x Ragazzi F - Bellotto Nicoletta - quinta
1x P.L. M - De Monte Riccardo - quinto
1x 7.20 Allievi B M - Biagini Alessandro - settimo

Foto della regata

 

15.09.2017

 

La Società Triestina Canottieri ADRIA 1877 A.S.D. organizza un corso autunnale di Canottaggio per ragazze e ragazzi nati negli anni 2001-2006. Le lezioni si terranno al martedì, giovedi e venerdi con i seguenti orari: dalle 15:30 alle 17:00. Il corso inizia martedì 12 settembre e termina venerdi 15 dicembre. Per il corso è previsto un numero massimo di 15 partecipanti. Le lezioni comprenderanno:

- L’apprendimento e la pratica del canottaggio

- Preparazione atletica generale

- Tecnica di voga a secco su remoergometro ed in vasca voga

- Tecnica applicata alla barca

- Uscite in barca singola, a 2 ed a 4 vogatori

- In caso di maltempo le attività saranno svolte nei nostri spazi coperti

- Il corso sarà gestito da un istruttore regolarmente abilitato dalla FIC

- Tutti i ragazzi frequentanti i corsi saranno tesserati e coperti da assicurazione FIC

L'allievo dovrà avere con sé abbigliamento per l'attività sportiva: maglietta, pantaloncini, tuta sportiva, costume da bagno, scarpe da ginnastica, giubbetto impermeabile, ricambi, asciugamano, cappellino, occhiali da sole.

Per partecipare ai corsi il ragazzo deve sapere nuotare e deve essere munito di certificato medico per attività sportive non agonistiche 

costo: 150 Euro

Ulteriori informazioni tramite mail scrivendo a adria1877@gmail.com o telefonare @ segreteria 335 6311 899

I frequentatori del corso, al termine potranno associarsi all’Adria pagando metà tassa d’iscrizione.

Scheda di iscrizione al corso

Locandina del corso

 

12.08.2017

 

Ecco il racconto in prima persona di Alessandra Dugan, corredato dalle foto fatto dalle 5 nostre socie, della loro discesa del Tamigi. Il racconto viene raccolto dai loro appunti su internet e traspostato sul nostro sito.

Day 4.

Oggi sole! E addirittura caldo nelle ore centrali. Una goduria dopo il freddo bagnato di ieri. La quarta è stata la tappa più breve e con meno chiuse, quindi abbiamo deciso di non fare una lunga pausa pranzo, e di "correre" alla meta finale.

Approdo fortuito ma necessario al Maidenhead Rowing Club , accolte per caso da due decani che ci hanno fatto visitare la bella sede. Uno spuntino veloce sul loro pontile, e subito via!

Sarà stata la giornata di sole o il fatto che ci avviciniamo sempre di più alla metropoli , ma oggi abbiamo avuto la netta impressione di passare per un tratto di fiume più trafficato, più antropizzato e più ricco. Molti motoscafi di grossa stazza ( che ci faranno su e giù per il Tamigi dove si può andare al massimo a 8 miglia all'ora?), molte, moltissime ville da sogno con giardini perfetti fin sulle sponde del fiume.

Anche i lock sono molto più grandi dei primi che abbiamo attraversato. Ormai li affrontiamo con assoluta nonchalance e abbiamo il tempo anche di scambiare quattro parole con i lock keepers ( tutti volontari, sembra!) . Ieri uno di loro, molto simpatico, ci ha detto che il collega a monte lo aveva avvisato dell'arrivo di FIVE italian ladies rowing.... ci siamo fatte conoscere anche qui!

Arrivo all'Eton Rowing Club - mozzafiato- con grande anticipo sulla tabella di marcia. In tempo per visitare Windsor e Eton.

Due ore di turismo prima della lauta cena! Giornata di voga relativamente breve, eppure siamo tutte molto stanche. 4 giorni di carrello si fanno sentire, anche se voghiamo quasi sempre lentamente per godere ogni scorcio che questo fiume ci regala. Grande differenza col Po, tenuto a distanza dalla gente del luogo che teme la sua potenza. Le sponde del Tamigi non hanno alti argini, non si nascondono alla vista di chi lo naviga. L'acqua del fiume inglese è parte della vita di chi lo abita, nonostante le condizioni meteorologiche non sempre favorevoli. Che siano grandi ville o piccole case, c'è sempre ormeggiata una barca, o una canoa tirata a secco sull'erba, o una casetta costruita per dar rifugio a uno dei milioni di uccelli acquatici che abbiamo incontrato. C'è sempre un pescatore seduto in silenzio, anche sotto la pioggia, c'è sempre qualcuno che passeggia, che pedala, che porta a spasso un cane libero. Non abbiamo occhi per vedere tutto, ne' modo e tempo per fotografare ogni cosa. Ci resteranno i ricordi , nel cassetto della nostra memoria.

Day 5.

Partenza da Eton dopo aver dato un'ultima occhiata al Dorney Lake, stupefacente.

Uno dei campi di gara più famosi al mondo, curato in ogni dettaglio. Peccato non aver incontrato nemmeno un atleta!

Giornata di sole, siamo stanche ma pimpanti. 4 giorni di voga alle spalle si fanno sentire, ma questo è l'ultimo e ce lo vogliamo godere!

Dopo neanche mezzo chilometro incontriamo il primo lock: affollatissimo. Attesa di quasi un'ora! Ne abbiamo 7 da fare oggi e se ogni volta sarà così faremo notte in barca. Attimo di sconforto. Scatta la solita terapia: musica! . Oltrepassato quel lock siamo nelle acque trafficate di Windsor. Moltissimi turisti ieri sera a terra, e altrettanti oggi sul fiume. Le FFF sono oggetto di grande interesse e finiranno di certo negli album fotografici di più di qualche persona sconosciuta. Dobbiamo ricordarci di chiamare l'ufficio del turismo inglese per farci dare le royalties!


Si voga in acque regali, costeggiando l'Home Park della Corona. L'immensa distesa verde, da sola, da' la misura dell'imponenza del Regno. Per chilometri continuiamo a vedere il castello lontano e cartelli molto espliciti ci tengono alla larga dalle sponde. Sarebbe un paesaggio maestoso da attraversare in rispettoso silenzio. Invece sopra le nostre teste passano a bassissima quota e con una frequenza impressionante grossi aerei in decollo da Heathrow. Il rumore è assordante e fastidioso. Come fa Elizabeth a sopportare questa indecorosa interferenza?


Siamo stanche e temiamo lunghe file ai locks. Bisogna vogare di buona lena. Chi è al timone deve spronare la ciurma, incitare a spingere con le gambe, a non mollare!
Ci fermiamo a metà percorso a rifocillarci e a riprendere energie. Dopo mancheranno solo 11 chilometri, saranno i più lunghi, gli ultimi. Attraversiamo qualche cittadina che è già un sobborgo della metropoli, e sulle rive appaiono per la prima volta dei condomini. Sarà anche un caso, ma le persone che vediamo qui sono tutte di colore. Andiamo avanti. Le gambe, la schiena e le braccia lavorano, la testa pensa già alla fine del tour. C'è chi programma già la prossima uscita in barca, a Trieste, fra pochi giorni. Chi prende mentalmente nota di cose da postare su Fb, chi è allo stremo delle energie e sta in silenzio, chi trova ancora il fiato per incitare le altre, chi chiede ogni 5 minuti "quanto manca?" Ecco, non manca più nemmeno un minuto. Siamo arrivate al Wayfarer Rowing Club, nostra meta finale, e non abbiamo neanche il tempo di realizzarlo che subito dobbiamo metterci al lavoro per le operazioni di rimessaggio della barca. Tirarla fuori dall'acqua, vuotarla dalle nostre carabattole, lavarla, rimetterla al suo posto. Il lavoro è frenetico e ci dà la mazzata finale. Tutto coordinato da una vichinga molto, molto energica che impartisce ordini senza tregua e che sembra avere la forza di Asterix e Obelix messi assieme. Ci stavamo già chiedendo di quali sostanze facesse uso abituale o quale fosse il segreto della sua dieta, quando a operazioni terminate ci ha offerto un the e una fetta di torta fatta con le sue mani apposta per noi: due enormi strati di pan di spagna farciti di panna e fragole. Ecco la fonte delle sue energie!

Barca riconsegnata, stracci raccolti, con le ultime energie raggiungiamo il primo pub per il brindisi finale! Domani metteremo a fuoco meglio l'impresa che abbiamo portato a termine. Magari vi importuneremo ancora con qualche foto o qualche veloce commento supplementare. Ci sono ancora cose da raccontare. Per ora ringraziamo tutti della partecipazione calorosa: per noi è stato importante percepire la vostra presenza! Ciao dalle FFF

Day 6. The Day After.

Le FFF sono sulla strada di Londra dove godranno di qualche giorno di meritato relax. Abbiamo ancora la terra che balla sotto ai piedi, e la stanchezza non è ancora del tutto smaltita. Pian piano ripercorriamo dettagli del viaggio, cercando di fissarli nella memoria. Ne Potremmo aggiungere un milione al diario, ma non vogliamo essere accusate di stalking. Solo due cose (per ora!): durante il viaggio non abbiano incontrato altri viaggiatori a remi, a parte una coppia su una barca più piccola. La donna ci ha salutato sorridendo e dicendo "the craziest", con un eloquente e molto italico gesto col dito sulla fronte... era il giorno della grande pioggia. Non c'era niente da RIDER on THE RIVER. Gli altri vogatori incontrati erano pochi atleti di qualche club , che andavano su e giù nei pressi di casa loro. Avevamo immaginato di scontrarci con centinaia di rowers, invece niente!
Seconda cosa da raccontare: quando abbiamo iniziato a progettare questo tour pensavamo di farlo in totale autonomia, come gli anni scorsi. Qualche settimana prima della partenza un marito ha pensato di unirsi e seguirci in bicicletta. La bicicletta è diventata una macchina e al marito si è aggiunta una figlia. Entrambi (e la macchina) si sono rivelati essenziali. Sarebbe stato molto difficile, se non impossibile per noi affrontare operazioni di attracco e di ripartenza, considerando che bisognava tirare la barca in terra e - come vi ho già detto- le società sono tutte senza marinaio... siamo in gamba e forti, ma non abbastanza da sollevare da sole quella barca... questo marito è Francesco Fegitz, nostro Presidente e Gran Maestro, a cui va tutta la nostra immutata stima e il nostro immenso ringraziamento. La partecipazione e il calore con cui ci ha seguito sono state incomparabili e fonte di grande conforto. A special thanks to Ella Fegitz, per la disponibilità, i sorrisi, i passaggi in macchina, le dritte , il suo perfect English e i servizi fotografici. Da oggi in poi sarai libera da queste 5 old ducks che ti hanno importunata per giorni!
E adesso fateci godere Londra!

 

Five For Fun - Discesa del Tamigi - 7-11 agosto 2017.

E' possibile usare il materiale qui raccolto per un eventuale pubblicazione altrove, ma si prega di contattare la nostra società per informarci dove sarà pubblicato l'eventuale articolo. Si prega inoltre di citare le autrici delle foto e il sito della Soc. Triestina Canottieri Adria 1877 quale fonte.

 

10.08.2017

 

Ecco il racconto in prima persona di Alessandra Dugan, corredato dalle foto fatto dalle 5 nostre socie, della loro discesa del Tamigi. Il racconto viene raccolto dai loro appunti su internet e traspostato sul nostro sito.

Day 2.

Dopo una colazione semplice e veloce siamo partite con non poco ritardo a causa della pioggia notturna che ci ha riempito la barca. Acquistate spugne supplementari e asciugato tutto per bene. Sul pontile abbiamo disturbato una famiglia di cigni che sono rimasti a sguazzarci attorno durante le operazioni di allestimento della barca. Il Tamigi è pieno di cigni (anche di aironi , di anatre e di oche): quello che abbiamo imparato oggi è che i bellissimi uccelli bianchi ( tutti di proprietà di Sua Maestà, lo sapete?) scagazzano alla grande. Le rive sono piene di fantastici regalini ( regaloni!) e così pure i pontili delle canottiere... attenzione estrema a dove si mettono i piedi!

Giornata plumbea e fresca, ma abbiamo vogato bene, superando facilmente i primi locks. L'attesa un po' lunga per l'apertura dell' ultimo prima dell'ora di pranzo è stata funestata da uno scroscio notevole. Fradicie, infreddolite e stanche abbiamo attraccato davanti a un prato.

Lo strano arnese fornito con la barca ha svolto egregiamente la sua funzione! Ormeggi. Non è facile ormeggiare il nostro gig in luoghi che non siano canottiere con pontili bassi. Gli approdi sono fatti per accogliere barche grandi e non scafi a remi che navigano a pelo d'acqua: Muretti alti contro i quali i bracci del fuori scalmo vanno a sbattere e ci impediscono di attraccare dove vorremmo. Questo poteva essere un problema per i cambi al timone: questa volta non siamo in una Jole bella stabile. Eppure abbiamo imparato a cambiare carrello senza dover scendere. Non ci sono foto a testimoniare l'acrobazia, non pretendete troppo da noi!

Rifocillate in uno splendido pub che ci ha accolte con grande gentilezza oltre l'orario di apertura , siamo ripartite di buona lena per affrontare la seconda parte della giornata. Qualche momento di sconforto, inevitabile, ma anche tante risate, il modo migliore per sdrammatizzare e per recuperare energie e entusiasmo. La considerazione più frequente è che nessuna di noi, solo pochi anni fa, avrebbe immaginato di poter affrontare una simile impresa remiera. Attracco a Reading al Thames river valley rowing club, il cui nome altisonante prometteva grandi cose, e che si è rivelato invece un postaccio semi abbandonato , difficile da trovare.

Day 3.

Riassunto: pioggia, pioggia, pioggia e ancora pioggia. Condita da nebbia mattutina e da gelido vento che ci ha rallegrato per qualche chilometro. 14 gradi. Bagnate fradice fino alle ossa. Marcite di umidità. Al mattino siamo riuscite a scavare qualche momento di ilarità: playlist delle canzoni "pioggiose" ululate a squarciagola: scende la pioggia ma che fa, I'm singing in the rain, la pioggia non bagna il nostro amore quando il cielo è blu..., piove, ma guarda come piove...

Via via che passavano le ore la voglia di cantare è decisamente scemata. Chi era ai remi riusciva in qualche modo a scaldarsi, la disgraziata di turno al timone, illividita, non vedeva l'ora di rimettersi a vogare.

Oggi fra l'equipaggio aleggia una sola domanda: chi *@#!* ha avuto l'idea di vogare sul Tamigi?!?

Arrivate come zingare a Henley on Thames, siamo approdate al prestigioso club dove chi ci ha visto sta ancora chiedendosi da quale pianeta siamo arrivate. Battendo i denti abbiamo raggiunto un pub dove siamo rimaste un paio d'ore alla ricerca vana di un po' di calore. Difficile scaldarsi quando si è bagnati fino alle mutande, soprattutto se non si hanno ricambi asciutti, se l'unica fonte di calore è l'asciugamani del bagno, e se questi strani britanni tengono le finestre aperte per asciugare l'umidità...


L'idea di rimettersi in barca per affrontare gli ultimi chilometri era alquanto sconfortante. Ma qui non si può fare altro che andare avanti, insieme. Ci stordiamo di chiacchiere e di cazzate, inventiamo battute che resteranno nel privato delle FFF, ridiamo e facciamo un gestaccio alle avversità. Avanti! Tanto qui possiamo imprecare ad alta voce nella nostra lingua madre: nessuno ci capisce!

Oggi la benedizione è andata a uno yacht manovrato da imbecilli che si è messo di traverso prima di un lock rischiando di venirci addosso. E come se non bastasse si è pure guadagnato il diritto di entrare nella chiusa prima di noi! A dire il vero questa è regola fissa: per motivi di sicurezza le barche a motore entrano prima e noi siamo costrette ad aspettare a lungo, sotto la pioggia. Molti santi vengono interpellati...


Ripartite da Henley abbiamo affrontato una dozzina di chilometri veloci come non mai, spinte dal desiderio di mettere fine alla tortura umida e fredda. Fine delle canzoni, fine delle cazzate. Vogare e basta, arrivare alla meta nel minor tempo possibile: questo era l'imperativo. Obiettivo riuscito. Approdo finale a Bisham, dove siamo ospiti del Bisham Abbey National Sport Centre. http://www.bishamabbeynsc.co.uk/ Andate a vedere, ne vale la pena. Lunga Doccia calda per tutte, panni a stendere, fame placata. Metà del viaggio superata. Domani ci sarà il sole, dicono. Sarà meglio per tutti che sia così.

Il racconto continua ...

 

08.08.2017

 

Ecco il racconto in prima persona di Alessandra Dugan, corredato dalle foto fatto dalle 5 nostre socie, della loro discesa del Tamigi. Il racconto viene raccolto dai loro appunti su internet e traspostato sul nostro sito.

Day 0.

Arrivate ad Oxford, dopo un po' di sano turismo si procede al montaggio dell'imbarcazione. Ed ecco quella che sarà la nostra casa per i prossimi 5 giorni. Il momento della consegna ci ha emozionate! Non ha un nome: che ne dite se la chiamiamo La Rossa? (Nota del riduttore: la proposta è stata bocciata via internet)

Day 1.

Ed eccoci qui, davanti alle carte del primo giorno di voga. Ci aspettano 33 km, che non sono molti , ma dobbiamo considerare i tempi di percorrenza e gli orari d'apertura dei locks. Ce ne sono 7 davanti a noi oggi, almeno mezz'ora per attraversare ciascuno. Quindi molte ore di carrello. Non ci resta che attendere l'apertura del primo locks. Cielo nuvoloso, circa 15 gradi. Per ora non piove...

Questa è la foto della partenza! La prima palata è stata bagnata da una sottile pioggia . Era previsto e non ci ha fermate!

Il Tamigi è proprio un padre gentile e accogliente. Poca corrente, acqua liscia come l'olio: il sogno di ogni canottiere . Paesaggio verdissimo, salici che toccano l'acqua, silenzi profondi. Temevamo il traffico e invece abbiamo incontrato pochi barconi che -tutti- hanno rallentato per non crearci tanta onda. Grande attenzione e rispetto per chi voga!

7 i locks che abbiamo attraversato, e anche in quei frangenti - tranne in un caso- abbiamo trovato persone gentili che ci hanno aiutato volentieri. Non è semplice: fra le due porte l'acqua scende velocemente creando corrente, e bisogna tenere la barca ferma. Non c'è spazio per i remi completamente fuori scalmo, bisogna sfilarli e tirarli un po' in barca, paiolando alla meglio. Abbiamo presto imparato, siamo bravissime! Siamo anche dotate di due cime e di un mezzo marinaio con cui ci possiamo tenere , ma non sempre è possibile. Fuori dalle chiuse non c'è alcun pericolo, vogare è facilissimo e rilassante...per le prime ore. E sarebbe andato tutto benissimo se non avessimo mancato l'unico approdo possibile per una pausa a metà giornata. Che fare? Tornare indietro o provare a cercarne un altro? Abbiamo rischiato e ci è andata male. Risultato: un' unica lunga tappa senza soste, tranne una pausa "tecnica " che ha messo a rischio l'equilibrio della barca, ma che non era proprio possibile rimandare. Fra le dotazioni di bordo non è previsto il catetere...
Wallingford ci ha accolto dopo 7 ore (voga effettiva, attese ai locks, metti la giacca, togli la giacca, sgranocchia qualcosa, scatta una foto, guarda che bel paesaggio, aspetta che mi sgranchisco la gamba...) . Lunga doccia calda, ricerca del pub "giusto" e meritate birre. Siamo
Stanchissime e indolenzite, il sedere ha assunto la forma del carrello, ma l'orgoglio tiene alto lo spirito! Evviva!

Wallingford Rowing Club

Ancora una breve considerazione sui rowing club inglesi. Quelli che abbiamo visto fin'ora sono piccoli e molto spartani, ma hanno una peculiarità: tutti i soci hanno le chiavi, escono in barca quando vogliono e si arrangiano. Non c'è nessun marinaio che li aiuta o che mette ordine. Ognuno fa la sua parte, tutto è pulito e ordinato. Persino dopo la doccia gli atleti sono inviati a passare uno straccio a terra per lasciare pulito lo spogliatoio a chi verrà. Ne avremmo da imparare...

Il racconto continua ...

 

31.07.2017

 

Mancano solo 5 giorni alla partenza del tour 2017 per le "Five for Fun". Il titolo della loro terza e nuova avventura è "RIDER ON THE RIVER", dove the river è il Tamigi, e Rider per i triestini non ha bisogno di traduzioni; per chi non capisce il vernacolo giuliano lo consideri come parola tronca.

Dichiara una delle componenti dell'equipaggio:
"Perché questo siamo noi FIVE for FUN. Un coacervo di risate che ogni tanto decidono di spostarsi per il mondo... a remi. Dopo Trieste-Venezia lungo le vecchie idrovie, dopo Mantova-Chioggia lungo il Po, l'Adige e il Brenta, è arrivato il momento di andare all'estero e misurarsi con una lingua straniera. Noleggeremo una barca, partiremo da Oxford e raggiungeremo Waybridge, a pochi chilometri da Londra. Le località che toccheremo hanno nomi che mettono i brividi: Eton e Windsor, per rendere l'idea. I rowing club più famosi del mondo, 5 giorni di voga, circa 200 km, 28 locks (chiuse) e molti, moltissimi pub along the way. Questo è quello che ci aspetta. E che Vi aspetta!
Seguiteci, commentate, condividete, applaudite e invidiate. Siate con noi insomma. Ne avremo bisogno!"

Ricordiamo che l'equipaggio delle "Five for Fun" è composto da Marina Bego, Daniela Derossi, Alessandra Dugan, Giuliana Turchetto e Tamar Stock. Potete seguire il loro resoconto della discesa del Tamigi in diretta sulla loro pagina Facebook oppure su queste pagine in differita, a mano a mano che riusciremo a raccogliere le notizie serali dalle sopravvissute alle fatiche della giornata.

 

31.07.2017

 

Il giorno 28 luglio scorso si è concluso il III° Turno dei Corsi Estivi di Canottaggio per i giovani della nostra società. Ecco alcune foto dei nostri ragazzi.

Tutte le foto sono di Ginevra Pugliese. Cliccare sulle immagini per ingrandirle.

Tutte le immagini sono liberamente scaricabili e ripubblicabili, si prega di citare l'autore e la fonte.

 

25.07.2017

 

In occiasione della Regata Special Olimpycs di domenica 2 luglio è stato realizzato dalla sede RAI del Friuli Venezia Giulia con la regia di Massimo Gobessi un servizio video sulle attività Special e Para Rowing nella nostra società.



 

25.07.2017

 

Il giorno 14 luglio scorso si è concluso il II° Turno dei Corsi Estivi di Canottaggio per i giovani della nostra società. Alla conclusione del corso tutti i ragazzi sono stati premiati con un diploma consegnato dal nostro presidente Francesco Fegitz.

Foto dell'evento di Ginevra Pugliese.

 

25.07.2017

 

 

Domenica 2 luglio si è svolta sul campo di regata di Barcola la Regata Regionale Sprint in occasione dei 140 anni di fondazione della nostra società. Alla regata era accoppiata la II Regata Special Olimpycs per atleti disabili, regata alla quale hanno partecipato società di La Spezia, Firenze, e Roma. I nostri equipaggi hanno dato battaglia in tutte le gare a cui hanno partecipato, è purtroppo mancato l'acuto del primo posto nelle regate delle categorie giovanili. Ecco i risultati di tutti i nostri equipaggi:

2x Cadetti M - LADINI Edoardo, CANDOTTI Enrico - TERZI
1x Cadetti M - LO PRESTI Morgan - TERZO
1x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta - sesta
1x Junior F - PERKAN Beatrice -TERZA
2x Junior F - PERKAN Beatrice, BELLOTTO Nicoletta - quarte
1x Pesi Leggeri M - DE MONTE Riccardo - quarto
1x Pesi Leggeri M - ROMANO Francesco - SECONDO
1x Senior M - LO TERZO Francesco - quarto
1x Junior M - DE MONTE Riccardo - quinto
4x Master M - MACCARI Alessandro, PREDONZANI Sergio, MOCNIK Alessandro, RIVA Stefano - PRIMI

Inframezzate alle regate sprint si sono svolte le regate delle categorie Special Olimpycs, 3 serie di doppio canoè e una serie finale di jole a 4.

Foto delle regate

 

25.07.2017

 

 

Sabato 17 e domenica 18 giugno si è disputato a Schiranna sul lago di Varese il Campionato Italiano Ragazzi, Under 23 ed Esordienti 2017. Per la nostra società hanno partecipato nella specialità del doppio ragazze femminile Nicoletta Bellotto e Gaia Grbec. Dopo aver agevolmente vinto la batteria eliminatoria del sabato le nostre due portacolori hanno conquistato l'accesso alla finale arrivando quarte nella semifinale di domenica mattina. Due ore più tardi disputavano la finalissima, ma a causa delle condizioni meteo che favorivano le corsie più interne non riuscivano ad arrivare più in la dell'ottavo posto. Resta la soddisfazione di aver conquistato una Finale di un campionato italiano, e alle nostre due atlete e al nostro allenatore Giuseppe "Pino" Castriotta vanno tutti i nostri complimenti.

Foto delle regate

 

15.06.2017

 

 

Sabato 17 e domenica 18 giugno si svolgerà il Campionato Italiano Ragazzi, Under 23 ed Esordienti 2017. La nostra società sarà presente a Schiranna sul lago di Varese con il doppio ragazze femminile di Nicoletta Bellotto e Gaia Grbec sempre sotto la guida del nostro allenatore Giuseppe "Pino" Castriotta.

 

10.06.2017

 

La nostra jole a 8 "Tergeste" è finalmente ritornata a casa. Negli scorsi giorni sono stati completata i lavori di manutenzione, che sono durati circa 4 settimane e sono stati eseguiti dal Cantiere Petronio posto lungo il Canale Navigabile nella Zona Industriale di Trieste. Questa mattina un gruppo di soci guidati dal consigliere sociale Amm. Bruno Spanghero si sono organizzati per riportarla via mare in sede.

 

08.06.2017

 

Dopo l'accurato restauro, eseguito dal socio Giorgio Giovannini e durato tutto l'inverno, allo skiff Ariete del Cantiere navale Filippi (anno di costruzione 1983) sabato 3 giugno è stato regolata l'impalatura. Claudio Spanghero ha avuto l'onore della prima uscita sulla stessa barca con cui 40 anni fa vinse le prime regate nazionali. Tutti i soci ringraziano il bravo Giorgio per il bellissimo regalo fatto all'Adria.

Cliccare sulle immagini per ingrandirle

 

08.06.2017

 

Purtroppo si è fermata in semifinale la corsa delle nostre due atlete Beatrice Perkan e Gaia Grbec che gareggiavano nel doppio junior femminile al Campionato Italiano Junior, Senior e Pesi Leggeri 2017. Complimenti comunque per il risultato raggiunto, in quanto anche l'accesso alla semifinale non era per nulla scontato.

Beatrice Perkan e Gaia Grbec in azione a Milano durante le batterie del Campionato.

Cliccare sull'immagine per ingrandirla

 

02.06.2017

 

 

Domani 3 e domenica 4 giugno a Milano si svolgerà il Campionato Italiano Junior, Senior e Pesi Leggeri 2017. Anche la nostra società sarà presente all'Idroscalo di Milano con il doppio junior femminile di Beatrice Perkan e Gaia Grbec sotto la guida del nostro allenatore Giuseppe "Pino" Castriotta. Causa le condizioni non ottimali del bacino il campo di regata è stato ridotto a 6 corsie, sarà quindi più difficile entrare in finale. Confidiamo però nel valore delle nostre due portacolori.

Beatrice Perkan e Gaia Grbec in azione a San Giorgio di Nogaro domenica 28 maggio 2017.

Cliccare sull'immagine per ingrandirla

 

02.06.2017

 

 

Domenica 28 maggio si è svolta sul campo di regata di San Giorgio di Nogaro la terza Regata Regionale del Friuli Venezia Giulia per il 2017. I nostri equipaggi si sono comportati molto bene, in particolare il doppio di Enrico Candotti e Edoardo Ladini che hanno vinto la loro serie. Ecco i risultati di tutti i nostri equipaggi:

2x Cadetti M - LADINI Edoardo, CANDOTTI Enrico - PRIMI
1x Cadetti M - LO PRESTI Morgan - quarto
1x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta - TERZA
2x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta, GRBEC Gaia - quarte
1x Junior F - PERKAN Beatrice -TERZA
2x Junior F - PERKAN Beatrice, GRBEC Gaia - TERZE
1x Pesi Leggeri M - DE MONTE Riccardo - TERZO
2x Senior M - ZANIN Mattia, LO TERZO Francesco - TERZI
4x Senior M - ZANIN Mattia, LO TERZO Francesco, ROMANO Francesco, DE MONTE Riccardo - quarti
4x Cadetti M - LO PRESTI Morgan, LADINI Edoardo, CANDOTTI Enrico, MODUGNO Libero - quinti
4x Master F - STRADI Nicoletta, PASSERI Martina, FAVENTO Maria Serena, MIANI Maura - PRIME
4x Master M - MACCARI Alessandro, PREDONZANI Sergio, MOCNIK Alessandro, RIVA Stefano - PRIMI
 

02.06.2017

 

Il nostro socio Giorgio Giovannini dopo aver completato il restauro dello skiff Ariete si è dedicato ora al restauro del 2 senza Scorpione, natante costruito in legno nel 1988 dal C.N. Salani di Limite sull'Arno (FI). Le barche in legno come questa sono ormai barche storiche, testimonianza della capacità dei vecchi mastri d'ascia, e il loro mantenimento in efficienza è un'impresa meritoria che va oltre il semplice lavoro di manutenzione. Arrivederci al secondo varo del natante.

Cliccare sulle immagini per ingrandirle

 

27.04.2017

 

 

Domenica prossima 28 maggio si svolgerà sul campo di regata di San Giorgio di Nogaro la terza Regata Regionale del Friuli Venezia Giulia per il 2017. Le regate inizieranno alle 9:00 e l'ultima partenza è prevista per le ore 17:00. La nostra società parteciperà con i seguenti equipaggi:

2x Cadetti M - LADINI Edoardo, CANDOTTI Enrico
1x Cadetti M - LO PRESTI Morgan
1x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta
2x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta, GRBEC Gaia
1x Junior F - PERKAN Beatrice
2x Junior F - PERKAN Beatrice, GRBEC Gaia
1x Pesi Leggeri M - DE MONTE Riccardo
2x Senior M - ZANIN Mattia, LO TERZO Francesco
2x Senior M - ZANIN Mattia, LO TERZO Francesco, ROMANO Francesco, DE MONTE Riccardo
4x Cadetti M - LO PRESTI Morgan, LADINI Edoardo, CANDOTTI Enrico, MODUGNO Libero
4x Master F - STRADI Nicoletta, PASSERI Martina, FAVENTO Maria Serena, MIANI Maura
4x Master M - MACCARI Alessandro, PREDONZANI Sergio, MOCNIK Alessandro, RIVA Stefano

Intervenite numerosi a sostenere i nostri atleti!

 

27.05.2017

 

Il giorno 18 maggio u.s. i soci Giorgio Giovannini e Bruno Spanghero hanno eseguito un sopralluogo al Cantiere navale Petronio e hanno potuto prendere visione del regolare avanzamento dei lavori di manutenzione. Con soddisfazione si è visto che il Cantiere Petronio sta procedendo nelle lavorazioni con cura certosina. Non sono state rilevate situazioni critiche e ben presto  la Tergeste potrà rientrare in sede.

Cliccare sulle immagini per ingrandirle

 

27.05.2017

 

Ieri sera 26 maggio si è tenuta sul pontile sociale la prima Cena di Gala all'aperto. Al collegamento alcune foto della serata.

Foto della serata

 

27.05.2017

 

Il giorno 29 maggio, alle 18.30, presso la nostra società sarà presentato l’inizio della campagna di crowdfunding per il Triestebookfest con una grande festa. L'organizzazione invita tutti i soci a partecipare alla manifestazione. Chi vorrà, inoltre, potrà rendere più bella la festa raccontando, in pochissimi minuti, il suo libro del cuore, del perché ha cambiato la sua vita oppure leggendone poche righe.

ll Triestebookfest, il festival della lettura e dei lettori, si terrà a ottobre e serve sostegno per far sì che sia un evento di qualità per la nostra città, degno dell’edizione passata.


L’evento è organizzato in collaborazione con Libribelli, il Circolo Canottieri Adria, l’Antico Caffè San Marco e il Combi Caffè.

 

11.05.2017

 

La nostra jole a 8 "Tergeste" compirà prossimamente 14 anni e, anche a causa di un intenso uso, necessita di una radicale manutenzione interna ed esterna. Negli scorsi giorni è stata portata via mare al Cantiere Petronio lungo il Canale Navigabile nella Zona Industriale di Trieste per essere sottoposta ad una riverniciatura dei madieri preceduta dalla carteggiatura della vecchia vernice e la riparazione di alcuni tiranti che si sono scollati. Attualmente la jole è già stata smontata e privata di tutti gli accessori metallici che la compongono per facilitare i lavori degli operai del cantiere.

 

11.05.2017

 

Si è tenuto lo scorso fine settimana (6-7 maggio) sul campo di regata di Piediluco in provincia di Terni il secondo Meeting Nazionale del 2017. Assistiti da condizioni meteorologiche buone tutte le gare si sono svolte con sufficiente regolarità, e sono state caratterizzate da una grande competitività e da risultati incerti fino all'ultimo. Le nostre tre atlete si sono impegnate senza risparmio, ottenendo degli ottimi piazzamenti. Ecco i risultati ottenuti:

1x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta - eliminata in semifinale
2x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta, GRBEC Gaia - settime nella Finale A
1x Junior F - PERKAN Beatrice - eliminata in batteria
2x Junior F - PERKAN Beatrice, GRBEC Gaia - ottave nella Finale A

Foto delle regate

 

03.05.2017

 

 

Nel prossimo fine settimana (6-7 maggio) sul campo di regata di Piediluco in provincia di Terni si terrà il secondo Meeting Nazionale del 2017. La gara, valutativa per la nazionale nelle categorie Junior, Senior e Pesi Leggeri, vedrà la partecipazione di ben 107 società di tutta Italia più, a parte, gli equipaggi del "Italia Team" iscritti direttamente dalla Federazione Italiana Canottaggio. Complessivamente ci sono 1716 atleti-gara iscritti ripartiti su 750 equipaggi nelle varie categorie. La nostra società parteciperà con tre nostre portacolori, Beatrice Perkan, Gaia Grbec e Nicoletta Bellotto che si cimenteranno nelle seguenti specialità:

1x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta (22 equipaggi iscritti)
2x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta, GRBEC Gaia (17 equipaggi iscritti)
1x Junior F - PERKAN Beatrice (30 equipaggi iscritti - gara valutativa per la nazionale)
2x Junior F - PERKAN Beatrice, GRBEC Gaia (12 equipaggi iscritti - gara valutativa per la nazionale)
 

01.05.2017

 

Si è svolta domenica 30 aprile sul campo di regata di Barcola (Trieste) la seconda Regata Regionale del Friuli Venezia Giulia per il 2017. Le condizioni meteo - forte vento di levante e onda - da metà mattina hanno costretto la giuria a portare tutte le partenze ai 1000 metri. Nonostante ciò i nostri equipaggi si sono comportati molto bene ed hanno ottenuto i seguenti risultati:

2x Cadetti M - LADINI Edoardo, CANDOTTI Enrico - sesti
1x Cadetti M - LO PRESTI Morgan - TERZO
4x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta in equipaggio misto con C.C. Saturnia - PRIME
2x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta, GRBEC Gaia - PRIME
1x Junior F - PERKAN Beatrice - TERZA
2x Junior F - PERKAN Beatrice, GRBEC Gaia - SECONDE
1x Pesi Leggeri M - DE MONTE Riccardo - quarto
1x Pesi Leggeri M - GUIDA CONTE Michele - SECONDO
2x Pesi Leggeri M - DE MONTE Riccardo, GUIDA CONTE Michele - quarti
1x Senior M - LO TERZO Francesco - SECONDO
2x Master M - SCARPA Giulio, GIOVANNINI Giorgio - PRIMI
4x Master F - STRADI Nicoletta, BATTAGGIA Elena, FAVENTO Maria Serena, MIANI Maura - PRIME di categoria (quarte assolute)
8+ Master M - MACCARI Alessandro, DELL'AQUILA Vittorio, PREDONZANI Sergio, SIMONITI Paolo, PREGARA Claudio, MOCNIK Alessandro, LO PRESTI Stefano, ROMANO Francesco, tim. LO PRESTI Morgan - messi fuori gara
 

28.04.2017

 

La Società Triestina Canottieri ADRIA 1877 organizza Corsi Estivi di Avviamento al Canottaggio per ragazze e ragazzi nati negli anni 2002 - 2007. Ulteriori informazioni nella pagina dedicata ai corsi.

 

25.04.2017

 

Dopo tanti anni è stato ritrovato nell'archivio sociale un libretto di poesie scritto ed edito da Pino Macchi, per tanti anni socio e membro del consiglio direttivo. Il libretto, in formato pdf, è liberamente scaricabile alla pagina dell'Almanacco.

 

25.04.2017

 

 

Domenica prossima 30 aprile si svolgerà sul campo di regata di Barcola (Trieste) la seconda Regata Regionale del Friuli Venezia Giulia per il 2017. Le regate inizieranno alle 8:00 e l'ultima partenza è prevista per le ore 12:00. La nostra società parteciperà con i seguenti equipaggi:

2x Cadetti M - LADINI Edoardo, CANDOTTI Enrico
1x Cadetti M - LO PRESTI Morgan
4x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta in equipaggio misto con C.C. Saturnia
2x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta, GRBEC Gaia
1x Junior F - PERKAN Beatrice
2x Junior F - PERKAN Beatrice, GRBEC Gaia
1x Pesi Leggeri M - DE MONTE Riccardo
1x Pesi Leggeri M - GUIDA CONTE Michele
2x Pesi Leggeri M - DE MONTE Riccardo, GUIDA CONTE Michele
1x Senior M - LO TERZO Francesco
2x Master M - SCARPA Giulio, GIOVANNINI Giorgio
4x Master F - STRADI Nicoletta, BATTAGGIA Elena, FAVENTO Maria Serena, MIANI Maura
8+ Master M - MACCARI Alessandro, DELL'AQUILA Vittorio, PREDONZANI Sergio, SIMONITI Paolo, PREGARA Claudio, MOCNIK Alessandro, LO PRESTI Stefano, RIVA Stefano, tim. LO PRESTI Morgan

Intervenite numerosi a sostenere i nostri atleti!

 

17.04.2017

 

Giovedì 13 aprile l'Adria 1877 ha ospitato gli studenti del Liceo Sportivo "Guglielmo Oberdan" di Trieste per lo svolgimento del modulo didattico dedicato al canottaggio.

L'attività si è svolta sotto la guida del Coordinatore Tecnico Regionale Sig. Stefano Gioia con la partecipazione del nostro presidente Francesco Fegitz e dei nostri soci Ginevra Pugliese, Sergio Predonzani e Stefano Riva, che hanno accompagnato gli allievi nelle uscite in mare.

 

 

10.04.2017

 

Sabato 8 aprile si è svolta a Passau in Germania la Inn River Race, regata di fondo sulla distanza di 5.5 km lungo il fiume Inn. La regata riservata alle imbarcazioni a 4 ed 8 vogatori ha visto una massiccia partecipazione di un nutrito numero di vogatori provenienti dalla Germania, dall'Ungheria, dall'Austria e dalla Repubblica Ceca.

In rappresentanza dell'Italia erano presenti 4 imbarcazioni, due del Circolo Marina Mercantile N. Sauro miste con C.C. Saturnia e due della nostra società, anch'esse miste con S.C. Trieste (8+) e con C.C. Saturnia e R.V. Lia Wien (4x).

Gli equipaggi della nostra società erano così composti :

4x Master M - Claudio Spanghero, Giorgio Giovannini, Johann "Hans" Pleschiutschnig (C.C. Saturnia), Michael Nandori (RV Lia Wien)
8+ Master M - Stefano Riva, Stefano Lo Presti, Alessandro Mocnik, Paolo Cumin (S.C. Trieste), Paolo Simoniti, Sergio Predonzani, Vittorio Dell'Aquila, Alessandro Maccari, tim. Morgan Lo Presti

 

 

10.04.2017

 

Domenica 2 aprile sul campo di regata di Ankaran in Slovenia si è svolta la Regata Internazionale "Luka Koper" organizzata dal V.K. Nautilus di Capodistria-Koper. Alla regata hanno partecipato tutte le società della Slovenia nonché un buon numero di società della nostra regione e della Croazia.

Per i nostri colori hanno partecipato:

2x Master M - SCARPA Giulio, GIOVANNINI Giorgio - TERZI
4x Master F - PASSERI Martina, STRADI Nicoletta, FAVENTO Maria Serena, MIANI Maura - SECONDE
1x Junior M - DE MONTE Riccardo - quinto
1x Junior F - PERKAN Beatrice - PRIMA
1x Senior F - PERKAN Beatrice - quarta
1x Senior M - TOLOMEI Gianmarco - TERZO
2x Senior M - TOLOMEI Gianmarco , DE MONTE Riccardo - SECONDI
4x Cadetti M - LO PRESTI Morgan, CANDOTTI Enrico, MODUGNO Libero, LADINI Edoardo - SECONDI
1x Master M - SCARPA Giulio - TERZO

 

 

26.03.2017

 

Con il passaggio dall'ora solare all'ora legale di oggi domenica 26 marzo entra in vigore il nuovo orario della sede. L'orario sarà così articolato:

Valido dal 28 marzo 2017 fino al 31 ottobre 2017

Sede

Sala barche

Bar-Ristorante

feriale (lunedì chiuso)

continuato

07.00 - 21.00

mattino

07.00 – 12.30

pomeriggio-sera

15.30 - 19.00

imbarcazione disponibile in mare

12:30 - 15:30

mattino

09.30 - 15.00

pomeriggio-sera

17.30 - 21.00

sabato

continuato

07.00 - 21.00

mattino

07.00 – 12.30

pomeriggio-sera

15.30 - 19.00

imbarcazione disponibile in mare

12:30 - 15:30

mattino

09.30 - 15.00

pomeriggio-sera

17.30 - 21.00

festivo

07.00 - 16.30

07.00 - 13.00

09.30 - 16.30

(cucina chiusa alle 15:00)

 

 

 

26.03.2017

 

Domenica 12 marzo sul campo di regata di San Giorgio di Nogaro si è svolta la Prima Regata Regionale della stagione 2017. La regata, aperta alle regioni e nazioni confinanti, è stata assistita da buone condizioni meteo ed ha visto la partecipazione di un nutrito numero di vogatori provenienti oltre che dal Friuli Venezia Giulia dal Veneto, dalla Slovenia, dall'Austria e dalla Croazia.

La nostra squadra ha partecipato con un numero ridotto di vogatori, che comunque si sono impegnati al massimo delle loro possibilità:

4x Ragazzi F - BELLOTTO Nicoletta, GRBEC Gaia (S.N. Pullino), POGLIANI Ester (S.N. Pullino), TULL Jana (S.N. Pullino) - TERZE
4x Master F - PASSERI Martina, STRADI Nicoletta, FAVENTO Maria Serena, MIANI Maura - PRIME
4x Master M - DELL'AQUILA Vittorio, PREDONZANI Sergio, MOCNIK Alessandro, RIVA Stefano - PRIMI
4x Pesi Leggeri M - TOLOMEI Gianmarco , GUIDA CONTE Michele, ROMANO Francesco, DE MONTE Riccardo - SECONDI
1x Junior F - PERKAN Beatrice - TERZA
2x Cadetti M - CANDOTTI Enrico, MODUGNO Libero - quinti
2x Cadetti M - LO PRESTI Morgan, LADINI Edoardo - sesti
2x Pesi Leggeri M - GUIDA CONTE Michele, DE MONTE Riccardo - quarti
2x Junior F - BELLOTTO Nicoletta, PERKAN Beatrice - quarte
4x Cadetti M - LO PRESTI Morgan, CANDOTTI Enrico, MODUGNO Libero, LADINI Edoardo - quarti

 

 

10.02.2017

 

Il giorno 9 febbraio, in occasione delle sue esequie, l'Adria ha salutato per l'ultima volta il suo "vecchio" socio Giuseppe "Pino" Sauli, il cui nome probabilmente dice poco ai tanti che hanno aderito al nostro sodalizio di recente ma che tanto fece per la S.T.C. Adria. Erano presenti anche alcuni soci della Società Canottieri Trieste.
Nato a Zara nel 1925, divenne socio nel 1965, acquisendo lo stesso anno la terza stella quale "capobarca". Fu Consigliere in Direttivo già dal 1965 e Capocanottiera dal 1966. Fu soprattutto un grande animatore sociale, co-allenatore da sempre, occupandosi anche della canoa come allenatore titolare negli anni '70. Negli anni '80 fu allenatore giovanile per i corsi CAS e i ragazzi sotto i 14 anni, affiancando l'allenatore Duilio Tedesco che si occupava degli atleti delle categorie maggiori. Fu, in seguito, socio e allenatore anche della Canottieri Trieste.
Animatore di tutte le attività sociali in anni in cui l'Adria era per tantissimi una  seconda casa, fu grande promotore delle uscite sociali, diurne, notturne, gite, e avvenimenti ludici e ricreativi.
Manutentore del parco barche, costruì tre canoe da competizione e due "mini-skiff", precursori degli attuali "7.20". Fu inoltre promotore e sostenitore delle attività sportive di pallacanestro e sci, sport nei quali negli anni '70 le Società del pontile Istria erano in competizione fra loro.
In molti, forse ormai pochi visto il ricambio di soci, lo ricordano travestito da Befana che elargiva, in occasione della Epifania, i doni ai figli dei soci supportato dal socio Silvio Deganello. Il tutto avveniva con grande apparato scenografico, profusione di rumori - veniva battuto un bastone sul solaio di copertura sopra il Salone - che annunciavano l'arrivo della Befana e quant'altro servisse a rendere realistico l'evento.
Sicuramente altro ci sarebbe da da dire ma, purtroppo, insieme a lui sono scomparsi tanti testimoni di quegli anni.
 

07.02.2017

 

Si è regolarmente tenuta domenica 5 febbraio l'Assemblea Ordinaria dei Soci per il 2017. Tutte le deliberazioni che riguardavano i punti all'ordine del giorno sono state approvate all'unanimità dai soci presenti all'assemblea. Si è quindi proceduto all'elezione del Collegio dei Probiviri e dei Revisori dei Conti; essendo la lista unica e non essendoci nomi in balottaggio si è proceduto all'elezione per acclamazione che ha nominato i seguenti soci:

a membri del Collegio dei Probiviri i soci Marina Bego, Alessandro Giadrossi, Giovanni Millo, Sergio Predonzani e Giorgio Turk

a membri del Collegio dei Revisori dei Conti i soci Tamar Stock, Claudio Spanghero e Walter Tommasini.

 

14.01.2017

 

Si comunica che sabato 4 febbraio 2017 alle 21:00 in prima convocazione e domenica 5 febbraio alle ore 9:30 in seconda convocazione è stata indetta una

Assemblea Ordinaria dei Soci

con il seguente ordine del giorno:

  1. Elezione del Presidente e del Segretario dell'Assemblea
  2. Verifica dei poteri
  3. Approvazione verbale assemblea del 7 febbraio 2016
  4. Relazione morale del Presidente
  5. Relazione del Capocanottiere
  6. Nomina dei Capibarca
  7. Relazione dei Revisori dei conti
  8. Approvazione del conto consuntivo 2016
  9. Approvazione del bilancio preventivo 2017
  10. Elezione del Collegio dei Probiviri e dei Revisori dei Conti
  11. Varie ed eventuali

A norma dell'art. 8 dello Statuto Sociale hanno diritto al voto tutti i soci maggiorenni.

A norma degli art. 9a, 9b e 11 dello Statuto Sociale il socio moroso non può né partecipare né votare.

A norma dell'art. 19 dello Statuto Sociale i soci aventi diritto al voto hanno facoltà di farsi rappresentare da un altro socio avente diritto al voto mediante delega scritta, da presentarsi all'Assemblea al momento della sua apertura. Ogni socio può avere una sola delega.

Si raccomanda ai signori soci di intervenire solo alla seconda convocazione

Modulo di delega da scaricare e stampare (click destro sul link-> Salva con nome)

 

06.01.2017

 

La Società Triestina Canottieri ADRIA 1877 A.S.D. compie quest'anno i 140 anni di storia sul golfo di Trieste. Nata dalla fusione di tre società remiere preesistenti, la Carlotta, la Meteor e la Themis, vuole iniziare questo importante anno con un breve video che mostra l'evoluzione della nostra società.



Le foto sono del Archivio Storico della S.T.C. Adria 1877, Ferdi Crulci, Ginevra Pugliese e Vittorio Dell'Aquila.

La musica è "Deliberate Thought" di Kevin MacLeod - è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)
Fonte: http://incompetech.com/music/royalty-free/?keywords=deliberate+thought
Artista: http://incompetech.com/